CERCA

Un nuovo filone di ricerca si è aperto recentemente: l’utilizzazione di una tecnologia di biorisonanza olografica (tecnologia White realizzata dal ricercatore A. Tedeschi).

Brevemente la tecnologia White è un metodo intelligente per trasferire segnali nell’organismo, utilizzando delle oscillazioni prebiotiche, ovvero informazioni che raggiungono livelli molto profondi nell’organismo.
Le informazioni vengono trasferite nell’organismo attraverso delle “penne” che generano una luce bianca, modificata però con un anello di plastica montato all’uscita dell’emissione luminosa. L’anello è “informato”, a livello fisico con un campo elettromagnetico che “si impone sull’emissione della luce” trasformandola in una serie di onde elettromagnetiche armoniche. In genere si irragia il fascio di luce nell’acqua, informandola; il paziente poi beve quest’acqua “rifasata”. Sullo stesso principio sono state realizzate delle piastre di plexiglas “informate” per il trasferimento dell’informazione, ad esempio dalle secrezioni del paziente, all’acqua che acquista così un potere terapeutico, oppure una stuoia all’interno della quale vi sono strisce di plexiglas “informate”, su cui il paziente può sdraiarsi, ricevendo informazioni terapeutiche.
I riscontri fino ad ora ottenuti sono estremamente incoraggianti.